Frammenti

Progetto selezionato al Contest #showandtell del ContemporaryArt TalentShow di ArtePadova 2017, artisti coinvolti Mauro Campagnato e Collettivo DAMP (Luisa de Donato, Alessandro Armento, Viviana Marchiò, Adriano Ponte).

frammenti

“Frammento” in filologia, si riferisce a una fonte primaria dalla quale è possibile ricostruire un’opera originaria o anche un’intenzione. In sostanza esso rappresenta una traccia grazie alla quale è possibile ricomporre il passato. Il frammento è quindi in grado di contenere innumerevoli storie. La sua fisicità ha, da un lato, il potere di far tornare alla memoria, come in un déjà-vu, il passato; dall’altro, l’istanza storica può aprire la mente a molteplici interpretazioni. Il progetto espositivo Frammenti si concentra su quest’ultimo aspetto: la possibilità di reinterpretare un residuo di architettura decontestualizzato e tracce visive di oggetti storici.

Si parte dall’installazione Esilio del collettivo artistico DAMP, la cui presenza di un numero variabile di carotaggi sospesi, è volta a creare una nuova architettura rispetto al luogo fisico da cui provengono. Ognuno di essi è testimone della storia e della stratificazione di città, strade e luoghi. Da qui si aprono svariate letture e punti di vista differenti; l’opera ha l’obiettivo di dar nuova linfa a dei frammenti apparentemente composti da materia inerte.

Allo stesso tempo, Caducità dell’artista Mauro Campagnaro, presenta delle forme che rimandano a dei frammenti di oggetti storici recuperati e restituiti dal paesaggio. La loro impronta serigrafica è una testimonianza di storie e racconti riemersi dal passato, che sono stati bloccati in un particolare istante e trasposti in una serie di immagini. Queste ne fanno sottilmente intuire la loro forma originaria, ma, al tempo stesso, ne suggeriscono una diversa natura.

Frammenti dà quindi la possibilità di effettuare diverse letture e e ri-letture delle opere e la facoltà di poterne dare una diversa identità da ciò che appaiono.